le Origini - Santagatainfo

Vai ai contenuti

Menu principale:

le Origini

Storia
                                                                                   Le origini 
Le grandi barriere di montagne che in cerchio dal Passo dello Scalone arrivano fino al Pollino, sono state nel medioevo focolari di ascetismo, ricchi di spiritualità e di cultura per la presenza di centri di vita monastica. Vi si insediarono infatti monaci di lingua greca, i quali emigrati in massa dalla Sicilia nell’XI° secolo, dopo che essa venne occupata dai musulmani che li spingevano sempre più man mano che avanzavano verso occidente. Tali monaci si organizzarono secondo la dottrina di San Basilio (da cui deriva il nome "Monaci basiliani").
Essi provenivano dalla Mesopotamia, dall’Asia Minore, dalla Siria, Palestina, Egitto e spinti dalla persecuzione di Leone L’Isaurico e dagli altri Imperatori iconoclastici, nonché dal terrore dell’invasione musulmana, si rifugiarono nelle regioni della Calabria settentrionale, essendo queste ultime, ai confini dell’Impero Bizantino e non interessate dal fenomeno delle persecuzioni.
L’origine pertanto potrebbe risalire al periodo medioevale per cui la presenza dell’uomo, molto recente, (periodo Bizantino VI-XI secolo).
Il flusso migratorio con i monaci in testa provenienti dall’oriente, razziati e perseguitati dagli Arabi, oltre che la nascita dei monasteri italo-greco, potrebbe aver dato luce all’insediamento dei nuovi abitanti.


*Icona di San Basilio.
   
 
Torna ai contenuti | Torna al menu